Sanificazione degli ambienti

Classificazione per aree di rischio

In risposta alla situazione emergenziale di infezione da COVID-19, Papalini Spa applica una classificazione, delle aree da sanificare, in aree di rischio,  in tutti gli ambienti siano essi civili, industriali, Grande Distribuzione Organizzata e Hotellerie. In ambito sanitario la classificazione in aree di rischio è correlata alla diversa possibilità del paziente di contrarre infezioni in ambienti ospedalieri. Papalini attribuisce un grado di rischio a tutti gli ambienti o agli elementi in essi presenti (arredi, superfici, ecc.) in funzione del diverso livello di rischio di contagio da COVID-19 che ne può derivare.
Di fatti, ogni elemento sopra citato concorre a definire variati livelli di rischio di trasmissione del virus. Per ogni area di rischio, viene adottato un protocollo di pulizia diversificato che prevede una metodologia di lavoro specifica attua a ridurre drasticamente i rischi legati alla diffusione della contaminazione della carica microbica potenzialmente patogena.
Il livello di rischio dipende in parte dal tipo di attività aziendale e dalla necessità di un contatto con persone o superfici potenzialmente infette da SARS-CoV-2.
Per aiutare i datori di lavoro a determinare i protocolli di pulizia appropriati per ciascuna area, Papalini Spa ha suddiviso i locali in 3 livelli di esposizione al rischio: rischio alto, medio e basso.

AREE AD ALTO RISCHIO
Aree ad elevato rischio di contagio da COVID-19 per elevata probabilità di presenza di fattori contaminanti.
Presenza di numero elevato di persone che transitano ed operano in questi ambienti, con la possibile creazione di assembramenti. Presenza di numerosi punti di contatto frequentemente utilizzati da persone diverse.

AREE A MEDIO RISCHIO
Aree a medio rischio di contagio da COVID-19 per presenza di fattori contaminanti potenzialmente presenti con probabilità nella media.
Presenza di flusso di persone di entità media, con scarsità di punti e superfici con cui entrano in contatto molte persone diverse.

AREE A BASSO RISCHIO
Aree a basso rischio di contagio da COVID-19 per bassa frequentazione e probabilità di contaminanti quasi nulla.
Presenza di basso numero di persone ed assenza o scarsità di punti e superfici con cui essi entrano in contatto.